Da lunedì 25 novembre si è ufficialmente aperta la settimana “nera”, la migliore dell’anno per gli acquisti online: 7 giorni di sconti e promozioni che porteranno fino all’ormai famosissimo Black Friday del 29 novembre.

Sicuramente un’occasione d’oro per gli utenti che approfittano degli sconti per fare acquisti online, ma anche per gli hackers che sfruttano l’impennata di acquisti per moltiplicare le occasioni di attacco.

È infatti un dato: gli attacchi agli e-commerce che prendono di mira i clienti sono aumentati del 15% rispetto allo scorso anno, secondo uno studio di Kaspersky, e tra quelli maggiormente colpiti ci sono proprio i consumatori italiani.

Le modalità di attacco sono diverse, e possono mettere a rischio i dati di carte di credito e credenziali bancarie, ma anche molti altri dati personali e fiscali, tra cui login, password, indirizzi, numeri di telefono, ecc.

Altre volte i criminali del web modificano il contenuto delle pagine online e/o reindirizzano i visitatori verso altre pagine con contenuti fraudolenti, altre volte ancora bloccano i siti sequestrando tutti i dati all’interno.

Nemmeno i colossi come Amazon e Ebay sono immuni: in questo caso i cyber criminali mettono in vendita prodotti a prezzi stracciati rubando gli account dai commercianti al fine di spostare i pagamenti sui propri conti.

Insomma, per evitare che la settimana del Black Friday diventi “nera” in tutti i sensi è importante prestare un’attenzione ancora maggiore, sia da parte dei consumatori sia dei retailer che devono adoperarsi per garantire ai propri clienti una navigazione e degli acquisti in sicurezza.

Alcuni consigli per chi fa acquisti online:

– Controllare l’affidabilità del sito dal quale fare acquisti.
Non è sempre facile determinarla, ma esistono alcuni segnali che mostrano l’attenzione che i commercianti ripongono nella sicurezza del proprio sito: uno di questi è l’utilizzo di una connessione sicura.
(A questo Link uno Scanner gratuito per verificare il livello di sicurezza di siti e e-commerce)

– Attenzione alle mail: l’attività di phishing è una delle preferite degli hackers. La prassi è quella di inviare una mail con una proposta di un acquisto allettante che atterra su un sito falso.
Una truffa che può portare fino al pagamento di una merce che non arriverà mai a destinazione.

Best practices per chi ha un e-commerce:

– Adottare le giuste misure di sicurezza e di tutela della privacy per ottenere la fiducia dei propri clienti: un buon servizio di cifratura è indispensabile.

Il 77% degli utenti mette la sicurezza dei propri dati al terzo posto nella scelta di un e-commerce ed è disposto a spendere di più quando questa è garantita.

La settimana del black friday può intensificare i guadagni se vengono investite le giuste risorse per proteggere il proprio negozio online e impedire agli hackers di bloccare il sito, rubare o prendere i dati in ostaggio.

Oltre ai classici antivirus, che purtroppo non sono efficaci per la maggior parte dei nuovi attacchi, è importante implementare misure di sicurezza che utilizzino la cifratura per proteggere i dati anche in caso di intrusione e impediscano la manomissione e la sostituzione delle pagine del sito.

Qui puoi trovare una soluzione semplice che cifra tutti i dati del sito (tra cui fatture, ordini, pagamenti ecc.) tramite un plugin senza alterare l’esperienza utente né per il gestore del sito né per i clienti.

 

Quanto è sicuro il tuo sito?

Inserisci l’URL e ottieni il report