Il lavoro del futuro nella sicurezza informatica

I danni economici che causerà il crimine informatico nel 2021 supereranno quelli della droga.

Questo succede perché nel mondo sempre più vivo di internet i dati assumono un’importanza strategica sempre maggiore e per questo motivo, essendo sempre più preziosi, sono contesi da una miriade di criminali del web, gli hackers, che agiscono dietro una tastiera con lo scopo di sfruttarli per arricchirsi illegalmente.

Se la figura degli hacker, anche detta “Black Hat”, è da tutti tristemente nota a causa dei danni che ogni giorno si moltiplicano ai danni di persone e aziende, una figura meno conosciuta è quella degli hacker etici.
Non Black, ma “White Hat”: individui che mettono a disposizione le proprie competenze e conoscenze nel mondo della sicurezza informatica al servizio della comunità per combattere i propri “fratelli malvagi”. Stesse competenze, stesse tecniche e stessi strumenti ma con intenzioni diametralmente differenti.

In cosa consiste il lavoro di hacker etico?

Si tratta di un lavoro in cui bisogna essere molto competenti e creativi, come in una partita a scacchi in cui si cerca di anticipare le mosse dell’avversario. Il tutto sta nel simulare attacchi maligni alla luce del sole, in modo da riscontrare eventuali anomalie all’interno dei sistemi informatici e porvi rimedio prima che gli hacker malevoli possano approfittarne.
Il crescente numero degli attacchi informatici, la loro pericolosità e complessità fa in modo che la richiesta di questo tipo di figure sia sempre più frequente da parte di aziende e governi, al punto che la carriera dell’kacking etico sta diventando una scelta sempre più comune.

Come si diventa hacker etici?

La certificazione più importante che attesta le competenze tecniche e anche la responsabilità etica di questo tipo di lavoro è sicuramente la Certified Ethical Hacker (CEH). Una certificazione promossa dall’EC-Council, organizzazione nata in seguito agli attacchi dell’11 settembre 2001 per formare professionisti nell’ambito della sicurezza informatica. La CEH è presente in più di 60 paesi e per ottenerla è necessario superare un test di 125 domande a risposta multipla da completare in 4 ore e accettare le 19 regole come compongono il Codice Etico dell’Organizzazione.

E’ infatti importante sottolineare che, sebbene gli hacker etici utilizzino strumenti e tecniche degne dei “migliori” hacker in circolazione, tali azioni debbano essere circoscritte nei modi e nei tempi autorizzati, non debbano ledere la proprietà intellettuale o essere utilizzate per scopi diversi da quelli pattuiti.

Un lavoro da milioni di dollari

Anticipare i “Black Hat” non è sicuramente semplice e per questo motivo, i bravi hacker etici possono arrivare a guadagnare somme da capogiro.
Un esempio su tutti è quello del 19enne argentino Santiago Lopez, un giovane hacker etico che è arrivato a guadagnare 1 milione di dollari in meno di tre anni, individuando oltre 1670 bug e aiutando aziende del calibro di Twitter e WordPress.

Per approfondire la storia di Santiago clicca qui
Per saperne di più sull’Ethical Hacking clicca qui

L’etica EABlock

Anche il CEO di EABlock, Dario, si è formato come hacker etico, ed è per questo motivo che ha immaginato e costruito EABlock, un software con una nuova tecnologia che rende parecchio difficile la vita ai “black hat” anche in caso di attacco, impendendo loro di rubare e utilizzare i dati per i propri scopi.

Visita il sito per saperne di più.

EABlock – Your Safe Business

EABlock sviluppa una tecnologia basata su Blockchain e crittografia e rivoluziona la sicurezza informatica.

Le tecnologie attuali non offrono il livello di protezione di cui le aziende necessitano.

E’ forte la necessità di un cambiamento radicale, un’evoluzione nell’ambito della sicurezza informatica che permetta di offrire un livello di sicurezza e protezione che possa realmente essere efficace contro il cybercrime.

A cosa applichiamo la nostra tecnologia?

Software CRM

EABlock crea un CRM estremamente funzionale e modulabile in base alle features necessarie per rendere il business di ogni azienda più produttivo.

Un CRM a norma con il nuovo GDPR che offre un livello di sicurezza che oltrepassa lo standard offerto attualmente dal mercato.

Visita il sito e contattaci per maggiori informazioni.

Plugin per E - Commerce

Plug-in in grado di interfacciarsi con siti e e-commerce già esistenti che consente la cifratura e il salvataggio dei dati all’interno del sistema EABlock per poter accedere al dato solo tramite la nostra applicazione software sicura, senza lasciare traccia su internet (contrariamente a quanto avviene attualmente).

EABlock è perfettamente a norma con il nuovo GDPR.

Compatibilità:
*Wordpress
*Magento
*Prestashop

Visita il sito e contattaci per maggiori informazioni.

Entra a far parte di questa rivoluzione!

Per restare aggiornato sulle nostre news, sugli sviluppi della tecnologia e per ottenere vantaggi sui prodotti lasciaci i tuoi contatti. 

Privacy Policy

Cliccando su Invia consenti al trattamento dei dati personali ai sensi del GDPR (Regolamento UE 2016/679) e del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”.

Privacy Policy