Seleziona una pagina
Apprendiamo da fonti di stampa che Facebook indaga sulle attività di un impiegato disonesto che, come addetto alla sicurezza, avrebbe abusato della sua posizione per effettuare atti di stalking su una donna.

La notizia è stata diffusa tramite un tweet pubblicato da un esperto di sicurezza che ha citato alcuni screenshot come fonte. Facebook ha provveduto a contattarlo e ha avviato un’indagine.

Questo pone l’accento su un problema di sicurezza e privacy molto attuale: i dati che ci riguardano sono salvati su internet in chiaro, senza cifratura. Quindi i dati sono disponibili sia a gli hacker sia a gli impiegati disonesti.

Noi di EABlock nel progettare il nostro sistema abbiamo fatto in modo che i dati dei nostri utenti non siano accessibili a impiegati disonesti o a gli hackers perchè cifrati . Da noi un eventuale impiegato disonesto non ha la possibilità di fare del danno perchè solo l’utente può accedere ai suoi dati. Questo  è l’unico modo per offrire un servizio di alta qualità e sicurezza, proprio come ci si aspetterebbe nel terzo millennio.

Facebook è stata al centro del dibattito sulla nostra privacy e la sicurezza dei dati e questo nuovo episodio non migliora la fiducia che gli utenti ripongono nel servizio. La risposta di EABlock ha tutto questo è un’applicazione affidabile che cifra i dati prima di inviarli ai nostri servers in modo che l’utente non abbia bisogno di riporre fiducia sui nostri server.

Quindi anche in caso di attacco informatico o impiegati disonesti i nostri utenti possono stare al sicuro.

Questo è il nostro obiettivo: proteggere le imprese in ogni circostanza.